Musas e Terras - Atobiu internatzionali de poesia cantada


Musas e Terras è il titolo scelto per una serie di manifestazioni, concerti, spettacoli e convegni scientifici, dedicati alla poesia ed alle espressioni musicali di tradizione orale del mondo, con una attenzione speciale per le arti che hanno un radicamento storico nella cultura della nostra isola.
L'organizzazione è curata e coordinata dall'Istituto Superiore Etnografico della Sardegna, in particolare da ISRE Musica, e dall'Associazione Culturale CAMPOS.
Saranno al centro dello scenario le 9 arti di cui CAMPOS si fa portavoce (le launeddas, il cantu a tenore, la poesia di improvvisazione a otada, a mutetus, a mutos e a s'arrepentina, il cantu a cuncordu, la musica tradizionale di accompagnamento al ballo, il cantu a chiterra) accanto ad altre forme di tradizione orale rappresentative di culture del mondo in cui la poesia cantata, anche nel sistema della improvvisazione poetica, ha avuto uno sviluppo storico ed è attualmente un fenomeno sociale vivo e produttivo.
Saranno presenti, al fianco dei sardi, gli improvvisatori baschi, bertsolaris, i rapsodi argentini e uruguagi, payadores, i cantori estemporanei corsi del chjama e rispondi, e le armonie polivocali della loro terra.

Nel corso delle performances, un sistema di traduzione simultanea permetterà ai poeti improvvisatori, di culture, tradizioni e lingue diverse, di dialogare e confrontarsi sul palco con la potenza dialettica dei loro versi.

Concerto a Sinnai
Sinnai / Martedì 17 Dicembre / ore 20:00 / Teatro Civico
Tenore Milia, Orosei;
Pajada, Argentina: Emanuel Gabotto, David Tokar;
Chjama e rispondi Corsica: Ghjuvanpetru Ristori, Paulu Calzarelli, Paulusantu Pariggi;
Cantu polifònicu Corsu: A Cumpagnia;
Poesia a mutetus: Robertu Zuncheddu, Tanieli Filia, Antoneddu Orrù, Contra: Paulu Pilleri Giusepi Tatti.

MUSAS E TERRAS E LA BENEFICENZA
L'evento aderisce al progetto “Orti sociali in carcere”, un’iniziativa che ha visto la luce grazie alla collaborazione tra i Rotary club Cagliari Nord e il Rotary club Cagliari Sud, l’Amministrazione della Casa Circondariale “Ettore Scalas” di Uta e la Caritas Diocesana di Cagliari.

Il progetto ha permesso di trasformare un’area inutilizzata del cortile dell’istituto in 37 orticelli urbani, da mettere a disposizione dei detenuti.
I dati statistici dicono chiaramente che il lavoro educa i detenuti a trovare un ruolo attivo nella società, li rieduca ed evita che tornino a delinquere dopo la fine della pena. Il progetto, quindi, risponde ad un principio di civiltà e giustizia.
Il frutto di questo loro lavoro produce ciò che va nella mensa della Caritas di Cagliari, riferimento per i molti poveri della città. Nel periodo luglio-settembre del corrente anno sono stati raccolti e conferiti alla Caritas Diocesana oltre 34 quintali di prodotti, tra verdure, ortaggi, erbe e frutta.

TUTTO L'INCASSO DEL CONCERTO DEL 17 DICEMBRE SARA' DEVOLUTO AL PROGETTO.

Per la preventida dei biglietti e per informazioni è possibile scrivere a:
C.A.M.P.O.S. Cordinamentu Artes Musicales e Poèticas de traditzioni Orali de Sardigna

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

L'Associazione e la Scuola Civica di Musica G.Verdi aderiscono alle manifestazioni del dicembre Sinnaese proponendo alcuni eventi attraverso per festeggiare con la cittadinanza il centenario di fondazione della banda musicale e il ventesimo anniversario dell'istituzione della Scuola Civica di Musica.

Il primo appuntamento è previsto per domenica 15 dicembre con l'esibizione dei docenti della scuola civica di musica.

Questo il programma:
BOSSANOVA ENSEMBLE
Ornella Aledda: flauto
Roberto Sollai: tromba, flicorno
Andrea Angiolini: pianoforte
Gianni Cardia: chitarra
Paolo Nonnis: batteria
Piero di Rienzo: contrabbasso
Manuel Pia: chitarra

LADIES OF JAZZ quintet
Tiziana Capasso: voce
Andrea Angiolini: pianoforte
Paolo Nonnis: batteria
Piero di Rienzo: contrabbasso
Alessandro Angiolini: Sax tenore

Il secondo appuntamento è per domenica 22 dicembre con l'esibizione della banda comunale diretta dal maestro Lorenzo Pusceddu che proporrà il viaggio di Marco Polo, con testi e musica di Antonio Rossi e il narratore Silvestro Ziccardi.

Il terso appuntamento è previsto per venerdi 27 dicembre con l'esibizione degli allievi ed ex allievi della scuola civica di musica che hanno intrapreso un percorso di studi nei conservatori di musica.

Le manifestazioni avranno luogo nella Sala consiliare del Municipio di Sinnai con inizio alle ore 20:00

Segnaliamo inoltre che sono previste altre due manifestazioni in programma l'11 e il 12 gennaio 2020.

Domenica 8 Dicembre 2019 si comincia a respirare l'aria natalizia presso l'intera Via Giardini e parte della Via Sant'Elena con il mercatino natalizio Sinnaese e l'animazione in strada offerta dalla attività commerciali della zona.

A partire dalle ore 16, animazione per le vie dello shopping, musica e mercatini di natale.

L'Oratorio di Sant'Isidoro sarà per la via Giardini in compagnia di due simpatici amici. 

Non mancherà l'animazione Musicale con lo staff di Radiofusion.it che sarà presente al numero 7 di Via Giardini (Pizzeria da Birillo) con dirette in live streaming, giochi di animazione, pianobar e musica e karaoke in strada.

Al numero 27 ci sarà Dj Set del Dj Martello presso il Leonardo Bistrot, mentre al numero 54 sempre di via giardini ci sarà il Dj Craly presso il Timeless cafè.

Arriva la seconda edizione di Vabbo Natale, dal 5 al 8 Dicembre 2019 (rimandata al 6 Dicembre per maltempo)

L'evento organizzato dal Vab Sinnai Sardambiente e dall'oratorio di Santa Vittoria con il patrocinio del comune di Sinnai si svolgerà nella piazza di Santa Vittoria.

Questo il programma completo:

Venerdì 6 Dicembre 2019

• ORE 10:30 inaugurazione mercatini artigianali, apertura del punto ristoro VAB e del "Giardino degli Elfi" (percorso educativo per i più piccoli)

• ORE 17:30 Accensione albero di Natale

• ORE 18:00-20:00 Laboratorio d cura dell'Oratorio Santa Vittoria "Costruisci la tua stella"

PER TUTTA LA MANIFESTAZIONE SARA' ATTIVATA UNA RACCOLTA BENI ALIMENTARI E Dl PRIMA NECESSITA' SULLA GRADINATA DELLA PIAZZA CHE VERRANNO DISTRIBUITI ALLE FAMIGLIE BISOGNOSE LOCALI

Sabato 7 Dicembre 2019
• ORE 10,30 Apertura dei mercatini artigianali, punto ristoro VAB e del "Giardino degli Elfi" (percorso educativo per i più piccoli)

• ORE 15:00 Arrivo Babbo Natale nella Casa

• ORE 15:30 Spettacolo di Gasparato (1° atto)

• ORE 17:50-19,00  Spettacolo Gasparato (2° e 3° atto)

• ORE 20:30 I Flash Mob

DALLE ORE 11 ALLE ORE 19 E' POSSIBILE FARE DEI CARI IN CALESSE

Domenica 8 Dicembre 2019

• ORE 11:00 Apertura dei mercatini artigianali, punto ristoro VAB e del "Giardino degli Elfi" (percorso educativo per i più piccoli)

• ORE 17:00 Rosario in piazza

• ORE 18:00 Animazione a cura dell'Oratorio Santa Vittoria e "Cioccolata Party"

PER TUTTA LA MANIFESTAZIONE SARA' ATTIVATA UNA RACCOLTA BENI ALIMENTARI E DI PRIMA NECESSITA SULLA GRADINATA DELLA PIAZZA CHE VERRANNO DISTRIBUITI ALLE FAMIGLIE BISOGNOSE LOCALI

Martedì 5 Novembre 2019, Sinnai celebra la giornata delle Forze Armate

e dell’Unità Nazionale, e commemora i suoi Caduti. programma prevede:

– Piazza Chiesa:
– Ore 09.30 – Afflusso del pubblico, Associazioni varie ed Autorità;
– Ore 10.00 – Santa Messa in suffragio dei Caduti;
– Ore 11.00 – Formazione del corteo che si dirigerà al Parco delle Rimembranza;

Parco delle Rimembranze
– Alzabandiera, Preghiera per i Caduti, Deposizione corona d’alloro, Intervento del Sindaco, Visita al monumento;

– Con la partecipazione del Picchetto d’Onore e della Banda musicale della Brigata Sassari.

La cittadinanza è invitata a partecipare

Nei sentieri della Pineta, un'acqua miracolosa lenisce i dolori. Domus de Janas S'acqua 'e is dolus - Settimo San Pietro

Passeggiando tra i sentieri della pineta di Sinnai, immersi nel cuore del nostro grande polmone verde, ci si può trovare a fare delle scoperte che arricchiscono le nostre conoscenze, antiche credenze e tradizioni dimenticate nel tempo che ogni tanto è bene ricordare per non disperderle nel nulla. Percorrendo uno dei sentieri della pineta, in territorio di Settimo San Pietro si trova "S'acqua 'e is dolus" una Domus de Janas che nasconde una storia antica e ricca di devozione. 

Un’antica leggenda narra che San Pietro passò a Settimo e si riposò in questa roccia. Pregò così tanto che rimase il segno delle sue ginocchia nella roccia. Si racconta anche, che quando, il 29 Giugno (festa di San Pietro e Paolo), il parroco andava a benedire quell’acqua, là si faceva una grande festa con i balli e canti. La gente partiva dalla periferia del paese e arrivava fino alla chiesetta di San Pietro, non molto lontana dalla fonte. La sera il parroco celebrava la messa e benediceva tutti i presenti con l’acqua della fonte; tutti bevevano dalla fonte perché si diceva che quell’acqua fosse miracolosa, cioè capace di guarire i dolori. Da qui deriva il suo nome: “S’acqua ‘e dolus”, cioè l’acqua dei dolori.

La domus risale al IV secolo a.C. ed è composta da una piccola anticamera che precede la cella della tomba ipogea accessibile da una piccola apertura quadrata. la grotta è quasi sempre piena d'acqua a causa di inflitrazioni da una falda sotterranea.

Oggi nella nostra passeggiata in pineta, l'abbiamo trovata così. Decorata con delle farfalle di carta, coffinu della tradizione Sinnaese, e del miele sardo. Troviamo anche degli operai che sistemano il percorso, e ci informano che proprio oggi una scolaresca arriverà a visitare questo sito. Un occasione per far trascorrere ai bambini una giornata immersi nel verde e far conoscere la storia e tradizioni del nostro territorio, che spesso riscopriamo anche da grandi, o forse le scopriamo per la prima volta leggendo questo nostro semplice link sul web.

Domus de Janas S'Acqua ' e Dolus - Settimo San Pietro - Con vista sul golfo di Cagliari.

Ci si arriva dalla pineta di Sinnai percorrendo il sentiero sulla sinistra poco dopo la caserma "Sa Pira", oppure da Settimo San Pietro nei pressi della chiesetta campestre di San Pietro, dalla quale si percorre un sentiero di poco meno di un chilometro.

Notizie a Sinnai e Dintorni

Perché il Bitcoin ha un valore così elevato?

Moltissimi di noi hanno intrapreso la strada dell’investimento in cripto-valute, affidandosi a software online di trading, come AnonSys, che ci permettono di ottenere enormi profitti. Spesso, però, ci chiediamo “ma dove è il valore del Bitcoin?”. Cerchiamo di capirlo insieme. Innanzi tutto, quando parliamo di Bitcoin, parliamo di una moneta vera e propria, comunemente accettata ed usata per trasferire valore, vendere e acquistare beni o servizi reali. Tuttavia c’è una grande differenza tra le classiche valute e il Bitcoin. Le prime, infatti, vengono applicate dai governi che ne stabiliscono lo status legale. Il valore del Bitcoin, invece, deriva dal suo codice, si tratta di una “chiave crittografata” e puramente virtuale.

Pur non essendo tangibile, il codice di Bitcoin è caratterizzato da riconoscibilità, scarsità e divisibilità, proprio come le valute tradizionali. Inoltre, esso non necessita di intermediari per essere utilizzato, possiamo quindi dire che si tratta di una valuta “decentralizzata”.  Questo rappresenta sicuramente un grande vantaggio poiché consente un buon livello di trasparenza. Un’altra caratteristica importante è, senza dubbio, l’accessibilità. Il Bitcoin, infatti, può essere utilizzato da chiunque disponga di una connessione internet ed è molto difficile da contraffare. Inoltre, a differenza delle valute fisiche, le transazioni di Bitcoin possono essere effettuate, in pochissimi minuti, da una parte all’altra del mondo e non necessita di alcun cambio. Attualmente, questo sistema viene impiegato soprattutto, come riserva di valore, proprio come l'oro.

Le preziosissime proprietà del Bitcoin

  • La scarsità digitale: si tratta di una caratteristica molto importante poiché, a differenza delle valute tradizionali che possono essere stampate in modo illimitato, il Bitcoin ha un limite massimo e questo prevede che, al mondo, ce ne saranno solo 21 milioni. Questo significa che, mentre le valute fisiche subiscono un’inflazione annuale, quella di Bitcoin è molto limitata. Bisogna inoltre considerare che, a causa di invii a indirizzi inesatti o addirittura inesistenti, molti Bitcoin sono scomparsi definitivamente e questo comporta una deflazione dell'offerta. In sostanza, i Bitcoin disponibili saranno sempre meno e, di conseguenza, avranno maggior valore. 
  • La divisibilità: è possibile dividere un singolo Bitcoin in unità molto più piccole. Il codice originale di questa moneta prevede che il livello di divisione possa essere cambiato in più di sedici posizioni decimali. Ciò significa, dunque, che il grado di divisibilità offerto è infinito. Attualmente, l’unità più piccola è il Satoshi ed equivale a 0,00000001 BTC. È possibile, dunque, dividere un singolo Bitcoin  in 100 milioni di Satoshi. 
  • La portabilità: Il trasferimento di questa cripto-valuta può avvenire attraverso un comune canale di comunicazione come Internet ma anche attraverso satelliti e onde radio. Questa caratteristica, rende il Bitcoin la valuta più facile e veloce da trasferire al mondo. Si tratta di una vera e propria rivoluzione poiché non è mai esistita una valuta simile. 
  • La durata: Come già detto in precedenza, il Bitcoin non subisce cambi di valore. Ciò lo rende riutilizzabile all’infinito senza il rischio che si degradi in alcun modo. 
  • La riconoscibilità: nonostante questo sistema sia ancora incerto e molto lontano dal livello di accettazione delle valute tradizionali, molti sono i commercianti che accettano e riconoscono Bitcoin come un valido sistema di pagamento.
  • La decentralizzazione: a differenza delle altre valute, il Bitcoin non è controllato da nessuna entità. Ciò significa che nessuno può controllare o censurare le transazioni. Si tratta di un importante punto a favore poiché rende impossibile la confisca del denaro. 
  • L’accessibilità: per vendere e acquistare tramite Bitcoin, non è necessario avere un conto bancario verificato. È sufficiente, infatti, disporre di una connessione internet e di una basilare conoscenza del computer. Si tratta dunque di un sistema molto conveniente nei paesi con un sistema bancario in sottosviluppo.

Riapre il Museo Civico di Sinnai: Dal 6 Giugno 2020 diventerà “MuA”

Riapre il Museo Civico di Sinnai.

La ripartenza è prevista per  Sabato 6 giugno 2020 con un nuovo team e un nuovo allestimento.

Il Nuovo Museo si chiamerà MuA (museo civico e archivio storico Sinnai).

Per tutti coloro che visiteranno il museo da sabato 6 e fino a venerdì 12 giugno ci sarà uno sconto del 10% sugli articoli del bookshop del MuA.

E la visita accompagnati dai curatori delle esposizioni. Sabato 6 giugno alle 18 e domenica 7 giugno alle 11 e alle 18.

 Per garantire una visita sicura e piacevole, è consigliato prenotare il vostro biglietto tramite telefono al 340 667 1868 (chiamata, sms o whatsapp) o tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

L’ingresso al Museo è consentito fino a 30 minuti prima della chiusura.

Durante la permanenza in Museo sarà obbligatorio indossare mascherina e guanti.

Nel caso non li abbiate, verranno forniti in biglietteria.

Il Museo si trova in Via Colletta 20. Per maggiori info e contatti visitate il sito muasinnai.com