Don Cadeddu era solito invitarci a cena, quando il peso degli anni ancora non gli impediva di cucinare, apparecchiare e trascorrere con alcuni sacerdoti delle bellissime serate.

Stava molto bene con i preti giovani, i quali nutrivano per lui una grande venerazione. E’ stato un uomo gioviale, amante della compagnia, capace di rallegrare con ricordi e battute tutti quei momenti nei quali ci si incontrava per chiacchierare e stare insieme.

È stato viceparroco a Pula dal 52 al 59, dove, lo posso dire, è ricordato con grande affetto e molto amato; viceparroco a Villasor fino al 1960 e parroco a Ortacesus fino al 1968. Dal 1971 ha vissuto a Sinnai per motivi di salute. Ha celebrato con fedeltà tutti i giorni la S. Messa delle 8.30 e la Messa dei bambini, la domenica.

Da chierichetto mi piaceva servire la sua Messa, durante le vacanze estive. Era necessario aiutarlo perché, ogni volta, per salire e scendere il gradino della sacristia, aveva bisogno di poggiarsi sul braccio. Facevamo a gara per prestare il braccio a don Cadeddu. È stato un Sinnaese doc, amante della cultura sinnaese, amatissimo dai sinnaesi per il suo tratto elegante e paterno. Anche nel sorriso lasciava trasparire la bellezza della misericordia di Dio. Per questo la fila al suo confessionale è stata una costante per tutti gli anni in cui ha esercitato il suo ministero, qui in parrocchia. Non esito a dire che a Sinnai la gente si confessa, perché ha goduto per più di trent’anni della presenza di un confessore instancabile. Anche quando si è ritirato nella casa di riposo, ha continuato ad accogliere tutti, soprattutto per le confessioni. Dignitosissimo, sempre ordinato nel vestire, non si faceva mai mancare due cose: un candido fazzoletto profumato con qualche goccia di colonia, che tirava fuori dalla tasca e usava solo ed esclusivamente per la celebrazione della Messa e una mentina che metteva in bocca prima di recarsi al confessionale, perché, mi diceva: «noi sacerdoti dobbiamo parlare con tanta gente e dobbiamo presentarci sempre a posto».

Era appassionatissimo della cultura sarda e in modo particolare dell’idioma sardo. Ci teneva tantissimo a sostenere che il sardo non è un dialetto, ma una lingua neolatina. Molti autori in lingua sarda facevano riferimento a lui prima di pubblicare le loro opere. Parlava un sardo forbito, elegante, ricercato nella terminologia. Le sue omelie in lingua sarda le ricordiamo tutti con grande affetto. Per me, nutriva un affetto particolare; è stato un padre. Ricordo ancora l’emozione, nel momento in cui, appena ordinato sacerdote mi baciò le mani con grande devozione. Ho avuto la gioia di poterlo incontrare, per anni, quasi ogni mercoledì.

Ho sempre trovato in lui un esempio autentico di vita sacerdotale e di amore a Gesù Cristo e alla Chiesa. Aveva una grande devozione per la Madonna e per il sacratissimo cuore di Gesù. A lui ho potuto raccontare le mie pene e le mie gioie. A lui ho confessato i miei peccati. Da lui ho ricevuto grande consolazione e sprone per camminare, senza stancarmi, nella vocazione. Ho ascoltato le sue confessioni, inizialmente con un po’ di imbarazzo. Ricordo che la prima volta che mi chiese di confessarlo, ero prete da un giorno. Non comprendevo che per me sarebbe stata una grande grazia. Come hanno titolato i giornali, «se n’è andato un pezzo di Sinnai». Aggiungo: è tornato in paradiso un prete buono che ha donato se stesso per la Chiesa, a tempo pieno. Ha ascoltato l’ultima confessione del suo ultimo penitente, qualche ora prima che tornasse al Padre, per godere in eterno della Sua infinita misericordia.  

don Marcello Loi





Eventi a Sinnai e Dintorni

Sinnai, si rinnova l'appuntamento con Su Fogadoni de Santu Antoni - Sabato 19 gennaio 2019

L'Assessorato al Turismo e Tradizioni Popolari del Comune di Sinnai, La Pro Loco e  L'Associazione "Is Cerbus" con la collaborazione della parrocchia Santa Barbara organizzano per il giorno 19 Gennaio 2019 "Su Fogadoni de Santu Antoni"

Questo il programma di Sabato 19 Gennaio 2019

Alle ore 18.00 si celebrerà la Santa Messa, a seguire la benedizione degli animali e accensione de su fogadoni dove la maschera de "Is Cerbus" farà la prima uscita dell'anno, la loro rappresentazione aprirà il carnevale.

Seguiranno animazione e degustazione per tutti i partecipanti.

A Sinnai si rivive la nascita di Gesù con il presepe vivente in piazza Santa Vittoria - Domenica 6 Gennaio 2019

Il presepe rivive anche quest'anno a Sinnai, dopo le rappresentazioni degli anni precedenti, anche quest'anno come nel 2018 la nascita di Gesù viene rappresentata dai ragazzi dell'oratorio di Santa Vittoria.

L'evento avrà luogo sabato 6 gennaio 2019 a partire dalle ore 17:00 presso la piazzetta di Santa Vittoria.

La manifestazione chiude una serie di eventi che hanno visto le associazioni e la Proloco impegnate nel programma del Dicembre Sinnaese. Nel corso della serata sono previste degustazioni.

La manifestazione è curata dalla Proloco e L'Oratorio di Santa Vittoria con il Patrocinio dell'Amministrazione Comunale. 

(nella foto di Paolo Pilleri un immagine della precedente edizione)

Maracalagonis, Concerto di Natale 2018 - Teatrino Ex Monte Granatico - Domenica 23 Dicembre ore 18.30

La Scuola di Musica Dell’Associazione Musicale Culturale “Santo Stefano”, unitamente all'organizzazione di “Natale Insieme 2018”
ripropone nuovamente il suo appuntamento natalizio presentano il Concerto di Natale 2018.

Sotto la Direzione Artistica del Maestro Fabiano Spanu, e la collaborazione dei maestri Michela Portas, Andrea Floris e Michele Piras, avrete il piacere di ascoltare l’Ensemble Strumentale di Fiati e Percussioni, le Classi di Pianoforte, Flauto Traverso, Clarinetto, Sax, Ottoni e Percussioni.

La presentazione sarà a cura di Michela Portas.

Si ringraziano le Associazioni Hamara e Radio Fusion per la collaborazione e l'amicizia.

DOMENICA 23 DICEMBRE 2018 alle ORE 18:30, presso il Teatrino Ex Monte Granatico, in Via Umberto I, Maracalagonis

Maracalagonis riscopre la magia dei vecchi vinili, il 26 dicembre 2018 la grande musica degli anni 70,80,90 suonata su giradischi analogici

Maracalagonis riscopre la magia dei vecchi vinili, proponendo per la giornata di Mercoledì 26 Dicembre 2018 ore 20.00 un evento dedicato agli amanti della musica degli anni 70, 80, 90.

Presso i locali “Su Coru de Mara” a partire dalle ore 20.00 VINILE dj Set per rivivere le emozioni della musica “suonata” su dischi VINILE, su giradischi ANALOGICI.

In consolle saranno presenti i djs Pietro Matta e Maurizio Pinna.

L'evento fa parte dei festeggiamenti "Natale Insieme 2018" promossi dall'amministrazione comunale di Maralagonis - per leggere il programma completo consultare il questo link.